Biblioteca di Filosofia

 

i fondi e le donazioni
ovvero

b
iblioteche in biblioteca

 

Gaetano Colli

Biblioteche di filosofi nella Biblioteca di Filosofia della Sapienza romana

 


l'ideazione e i contenuti di questo sito sono di
Gaetano Colli, le responsabilità dei singoli contributi sono segnalate in corrispondenza di ciascuno. © 2015


La formazione delle raccolte della Biblioteca è avvenuta attraverso due vie principali. Da una parte ci sono state le acquisizioni ordinarie iniziate nel 1875 con l’istituzione del Museo di Istruzione e di Educazione, di seguito divenuto Scuola di Pedagogia, Museo Pedagogico, Scuola di Filosofia, Istituto di Filosofia, Centro di Servizi Interdipartimentali e, infine, Biblioteca di Filosofia (vedi a questo riguardo la storia della Biblioteca). Dall’altra parte ha influito, in maniera determinante, l’apporto di numerose e importanti donazioni per un ammontare complessivo di circa 65.000 libri, 18.000 opuscoli e diverse centinaia di periodici. Il confluire in questa sede di tante preziose donazioni è stato dovuto al prestigio acquistato dalla Scuola Filosofica e Pedagogica dell’Università di Roma e il legame che si è costituito tra la Biblioteca di Filosofia e tante eminenti personalità di Filosofi del Novecento ha fatto sì che in questa Biblioteca confluissero, dopo la loro morte, quasi per naturale vocazione, anche le biblioteche private che erano loro appartenute. Di eccezionale importanza è il “Fondo Giovanni Gentile” che assieme all’Archivio personale, di grandissimo valore storico e documentario, appartenuto a quello studioso, costituisce la “Fondazione Gentile” ora confluita nella Fondazione Sapienza. Allo stesso modo sono state versate nella Biblioteca le raccolte librarie di altri precedenti direttori e professori: Guido De Ruggiero, Carlo Antoni, Guido Calogero, Franco Lombardi, Maria Corda Costa. Lo stesso richiamo ha favorito, anche recentemente, il lascito personale, o per iniziativa degli eredi, delle biblioteche di altri eminenti esponenti della cultura filosofica italiana. Si tratta dei seguenti studiosi: Balbino Giuliano, Adolfo Levi, Francesco Montalto, Mario Niccoli, Piera Pozzan, Luigi Scaravelli, Marcello Segreto Amadei, Luigi Vagnetti, Icilio Vecchiotti, Gustavo Costa. La Biblioteca ha ricevuto anche la donazione del fondo librario dell’Associazione Artistica Internazionale. Da qualche anno ormai, per l'assoluta mancanza di spazio, si è costretti a rinunciare, con rammarico, ad offerte che continuano a pervenire di altre preziosi fondi librari.

Il patrimonio complessivo così costituito della Biblioteca di  Filosofia ne fa una grande Biblioteca di biblioteche ed è appunto in questa direzione e in relazione a questo aspetto che si sono mossi i progetti di valorizzazione scientifica. Questa natura pluridimensionale della Biblioteca di Filosofia, dove accanto alla raccolta principale, alla letteratura recente e ai periodici convergono una moltitudine di biblioteche d’autore, ne fa un “luogo” di ricerca e di indagine di estremo interesse. Essa rappresenta in maniera somma un luogo d’incontro e di dialogo autentico tra generazioni lontane e vicine, di custodia e di diffusione della memoria filosofica collettiva. La Biblioteca di Filosofia si offre così per essere indagata e percorsa secondo gli stimoli culturali e gli interessi scientifici di ciascuno, seguendo gli innumerevoli ‘percorsi’ di ricerca che i suoi fondi propongono.

Gran parte delle suddette Biblioteche private, come si vede dallo schema sottostante, sono già state completamente catalogate on line. Per diversi di questi Fondi sono state già realizzate le pagine web di guida e informazione corredate dei cataloghi alfabetici per autori che possono essere consultati o scaricati; per altri Fondi, già interamente catalogati, i siti sono in fase di realizzazione.

Ciascuno dei Fondi ricevuti in donazione è registrato in appositi Libri inventariali che sono conservati  nell'Archivio della Biblioteca di Filosofia costituito da 78 volumi di Inventari e Registri storici dei quali si può consultare il Regesto.

La Biblioteca di Filosofia, da alcuni anni ormai, partecipa al Progetto Biblioteche Filosofiche Private in Età Moderna e Contemporanea istituito presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.


 

Fondi propri della Biblioteca completamente catalogati online

Fondo generale della Biblioteca ad incremento corrente;
Fondo dell’ex Istituto di Filosofia;
Fondo dell’ex Dipartimento di Ricerche storico-filosofiche e pedagogiche;
Fondo dell’ex Dipartimento di Studi filosofici ed epistemologici;
Fondo del Dipartimento di Filosofia;

Fondo della Rivista « De Homine »;
Fondo del Centro Ricerche per le scienze morali e sociali;
Fondo dei Microfilm e delle micro carte;
Fondo antico (libri stampati entro il 1830);
Fondo delle Ristampe anastatiche;
Biblioteca del Museo pedagogico;
 

Le Biblioteche private

Carlo ANTONI;
Guido CALOGERO;
Maria CORDA COSTA;
Guido DE RUGGIERO;
Giovanni GENTILE;
Balbino GIULIANO;
Adolfo LEVI;
Franco LOMBARDI;
Francesco MONTALTO;
Mario NICCOLI;
Piera POZZAN;
Luigi SCARAVELLI;
Marcello SEGRETO AMADEI;
Luigi VAGNETTI;
 

Fondi in fase di recupero retrospettivo elettronico:

Fondo dell’Associazione Artistica Internazionale.
Fondo Gustavo Costa.
Fondo Icilio Vecchiotti.

 

Università di Roma “La Sapienza” –  Biblioteca di Filosofia
Via Carlo Fea, 2 – 00161 Roma – Tel. 06.49917212  Fax  06.49917309 –
http://bibliotecafilosofia.uniroma1.it/

p. iva 02133771002   –     cf 80209930587